E se non dovessimo lavorare per i soldi?

Nel senso X ore di lavoro uguale a X Euro.

Ma se tipo che quello che diamo (prodotto o servizio) ha un valore non legato alle ore di lavoro, ma alle nostre capacità (un esempio il meccanico che con una martellata di un secondo chiede 1000 Euro ma aggiusta il motore mentre 10 persone a 100 Euro prima non avevano aggiustato nulla anche dopo ore e ore di lavoro) fosse associato un valore ben più alto, che è da capire come trasmettere e deve essere veramente un grande valore.

E se fosse possibile, magari proprio attraverso il web, creare una serie di business che ti portano automaticamente delle entrate?

E se non servissero neppure dei soldi per lanciare una propria idea tipo questa https://www.kickstarter.com/…/foldio-2-bigger-and… giusto per segnalarne una prevendendo il proprio prodotto ancora prima di realizzarlo?



Ho buttato giù un po’ di cose, comunque anche in questo momento di crisi, o meglio di rivoluzione, c’è chi sta incassando e anche bene.

Credo ci sia un po’ da rivalutare l’idea di lavoratore dipendente e anche quella di imprenditore che fino a qualche anno fa bastava aprisse un attività, imparasse a lavorare bene e le cose nel tempo portavano frutto mentre ora l’imprenditore deve trasformarsi in un “intraprenditore” (imprenditore intraprendente) e anche il lavoratore non credo possa più fermarsi nell’imparare e ci aggiungo anche non fermarsi alla sola piccola Italia.

Ho buttato giù un po’ di cose in cui credo e alcune delle quali che ancora non ho realizzato, ma sento dentro di me che prima o poi ci riuscirò e se non sarà questa la mia strada ne troverò un’altra!

Salutiamo il posto fisso e l’impresa che durerà all’infinito e abbracciamo la rivoluzione digitale perchè o ci si adegua o si scompare!



You may also like...