Come creare un funnel di vendita?

Ti stai chiedendo come creare un funnel di vendita?

Per capire come creare un funnel di vendita bisogna dedicargli il suo tempo per studiare come impostarlo e avere le idee ben chiare sul da farsi!

Il funnel di vendita va progettato e testato il prima possibile sul campo perchè le idee non valgono nulla finchè non le si mette alla prova!

E’ possibile creare un funnel gratis oppure a pagamento integrandolo con qualche strumento o annuncio pubblicitario.

Creare funnel richiede impegno ma se ben fatto non possono che arrivare i risultati!

Ogni passaggio nel limite del possibile deve essere misurato!

Una volta che si hanno le statistiche sott’occhio si prova a migliorare il funnel di vendita.

Si mettono nuovamente sul campo i miglioramenti, si misura e si migliora ancora e ancora!

Diciamo che il tutto sarà in miglioramento continuo, kaizen o versione beta per cercare di ottenere il massimo dei risultati e sarà possibile adattarlo anche alle variazioni del mercato.

Per esempio non sarà possibile vendere molti snowboard in estate ma in inverno gli si da sotto con quelli e col caldo si cerca un prodotto alternativo!




 

Funnel cos’è?

Funnel tradotto dall’inglese significa imbuto.

Un funnel di marketing o imbuto di vendita per definizione è in poche parole tutto il percorso che facciamo compire a qualcuno con lo scopo di fargli fare delle azioni.

Potremmo puntare a raccogliere delle email oppure a vendere un prodotto o servizio.

Difficilmente una persona compra subito un nostro servizio o prodotto e dovremo quindi fargli fare una serie di azioni che alla fine, anche giorni se non mesi dopo, chi ha percorso questo funnel commerciale comprerà proprio quel prodotto.

Per esempio potresti regalare un file pdf in cambio di un’iscrizione ad una newsletter, provare a mostrargli una prima pagina in cui vendergli un prodotto a basso prezzo anche tipo di soli 7 Euro (tecnicamente questo prodotto si chiama tripwire) e se compra quel prodotto economico poi provare a vendergli subito un prodotto che costa anche 100 Euro.

Se si riesce a fargli comprare il primo prodotto da 7 Euro vuol dire che quella persona è passata da prospect, cioè persona che potrebbe comprare qualcosa da noi, a buyer che è chi ha già comprato qualcosa da noi e se già ha comprato probabilmente ha già rotto il ghiaccio della diffidenza e potrebbe comprare più facilmente anche un altro nostro prodotto ben più costoso del primo.

Se invece questa persona ci ha semplicemente lasciato la sua email iscrivendosi alla newsletter e scaricandosi il nostro file pdf gratuito ci ha lanciato un segnale dicendoci che potrebbe essere interessato ad acquistare qualcosa ma che ancora non è pronto e che forse lo farà in futuro!

Avendo la sua email potremo quindi inviargli una serie di email scritte giorno per giorno usando una newsletter oppure inviargli una serie di email in modo automatico appoggiandoci a qualche servizio esterno come Getresponse o ActiveCampaign.

Anche queste email inviate in modo automatico hanno un preciso ordine che fa parte di un funnel di vendita che nel tempo si spera porterà l’iscritto a comprare qualcosa da noi!

Diciamo che l’argomento funnel sales è vasto ed in costante miglioramento e per farlo veramente come si deve occorre del tempo e anche qualche investimento economico in annunci pubblicitari a pagamento su Google ADS o Facebook ADS.

Però proviamo a semplificare il tutto analizzando quello che ho già messo in piedi!

 

Come creare un funnel di vendita




 

Ma passiamo al vero argomento sul quale volevo ragionare che è la welcome page!

Corto è meglio?

Perchè mi sto ponendo questa domanda?

Sto mettendo le mani a www.sottomarinakite.it che ha all’interno uno dei miei piccoli funnel di vendita.

Nulla di complicato!

Ho creato due squeeze page per l’iscrizione ad una newsletter.

Una squeeze page non è altro che una pagina creata con lo scopo per esempio di raccogliere iscritti ad una newsletter.



Una volta iscritti viene mostrata una welcome page ed inviata un’email con il link per scaricare un pdf gratuito.

Il mio focus è al momento sulla welcome page!

Seguendo varie guide trovate negli anni avevo sempre impostato la welcome page puntando a farla più corta possibile.

Pensavo che con una pagina veloce da leggere e con una sola call to action chi arrivava li avrebbe fatto l’azione sulla quale puntavo e ne ottenevo dei risultati.

Azioni che ho testato nel tempo sono state il condividere l’iscrizione sui social network invitando gli amici ad iscriversi e testando vari prodotti dal classico tripwire da qualche decina di Euro a qualcosa di più costoso attorno ai 2-300 Euro.

Risultato un paio di iscritti al giorno e ad intuito qualche contatto per avere info sui prodotti che avevo segnalato.

Il non tutto non esattamente sotto controllo perchè pensandoci potrei metterci dei link con bitly per monitorare ogni singolo click!

Ho quindi deciso di fare una prova più o meno una settimana fa!

Perchè non creare una bella welcome page nella quale spiegare il più possibile cosa faccio nel mio sito, raccogliere altre iscrizioni per esempio sulla pagina Facebook o nei gruppi What’s App?

  • Ho buttato giù un testo nel quale mi presento, tento di trasmettere un minimo di filosofia del sito facendo un po’ di storytelling mettendoci anche dei links verso le pagine sulle quali punto di più.
  • Chiedo di iscriversi al gruppo What’s App.
  • Presento 5 prodotti selezionati dalle statistiche di quelli che secondo Google Analytics sono i più visti nelle ultime settimane.
  • Segnalo pure un link di affiliazione ad Amazon con un prodotto che costa qualche Euro con la speranza che comprino non solo quello ma anche altro entro 24 ore dal click!
  • Segnalo la pagina Facebook!
    Immagino che alcuni si siano iscritti alla newsletter ma magari non hanno messo il mi piace alla pagina Facebook.
    Questi mi piace lasciano un po’ il tempo che trovano ma fanno bene al proprio karma!
  • Chiedo pure di condividere l’iscrizione alla newsletter sui social.
  • Solite due righe per essere aggiunti alla rubrica e non finire nello spam di Gmail.
  • Concludo segnalando che il link al pdf in regalo è arrivato tramite email.

Il tutto spinto da un post a pagamento sulla pagina Facebook con un solo misero Euro al giorno che ogni 3 giorni vado a monitorare.

Questo post ha anche collegati i prodotti in vetrina che sono un mix tra i miei prodotti e quelli in affiliazione su Amazon.

 

Risultati?

Da un paio di iscritti al giorno alla newsletter sono a quasi una decina.

Da una media di 100 click al giorno sui link di affiliazione di Amazon sono arrivato a 150-200.
Peccato non vedere anche un raddoppio delle vendite!
Qui mi ne sfugge il motivo anche se notavo come rispetto ad un mese fa guadagno di meno da Amazon anche se i click aumentano!
Mah!

Ricevo un paio di richieste al giorno per i prodotti che ho in vendita e quasi tutti i giorni vendo qualcosa.
Qui dovrei rivoluzionare un po’ il sito perchè non è un e-commerce classico ma ho puntato sulla relazione facendomi contattare tramite email per ordinare i prodotti.
Mi ha sempre frenato un po’ il fatto di fare dropshipping e che a sorpresa qualche prodotto esauriva quando me lo chiedevano!
Forse dovrei semplicemente rischiare di più!

Non per ultimo aumentando anche le richieste di iscrizione ai gruppi di What’s App con i quali creo una relazione e nel tempo spero anche delle vendite.

 

Detto tutto ciò!

Al momento, per questo mio tipo di business la welcome page “lunga” strabatte quella “corta”!

Si potrebbe fare meglio testando con Clickmeter una welcome page breve ed una lunga e monitorando i click con Bitly ma direi che siamo sulla retta via!

Sempre con Clickmeter potrei testare una squeeze page breve ed un lunga per vedere quale rende di più.

Ottimo spingere i post tramite Facebook ADS che batte in questo caso il più costoso Google ADS che mi da un ROI misero e per alcuni prodotti pure negativo!
Facendo dropshipping alcuni prodotti danno un guadagno piccolo e non conviene sponsorizzarli.
Quindi si va di SEO e forse sarebbe il momento di scalare un po’ la campagna su Facebook ADS!

Le statistiche confermano che le pagine più viste del sito sono esattamente quelle sulle quali punto anche con i link inseriti nella welcome page!

 

Conclusione!

Se hai suggerimenti su come migliorare questo funnel di vendita contattami e se hai bisogno di una consulenza per impostare un tuo imbuto di vendita contattami!






Davide Milani

Ciao, sono Davide Milani! Realizzo siti internet e posso spiegarti come gestire nel modo migliore i tuoi social network. Se ancora non lo hai fatto ti consiglio di iscriverti alla Nostra Newsletter! Contattami a quest'e-mail davide.milani@alice.it per qualsiasi altra domanda!

You may also like...